Chromagraphic Pencil in Hi-def Cian Mac – Review

Di solito sono una persona che ci mette secoli a farsi un’idea decentemente stabile su un prodotto. Sono il genere di utilizzatrice che cambia opinione molto facilmente e prende per questo grosse cantonate. Di solito all’acquisto di un prodotto segue un periodo di folle e cieca felicità, in cui tutto mi sembra meraviglioso e non sembra esista altro. Poi arriva lei, la cruda e pragmatica verità, e mi rendo oggettivamente conto dei limiti o degli effetti più o meno negativi, quegli elementi che insomma solo l’uso prolungato può dare.

In questo caso invece mi sento già pronta a parlarvi di un prodotto acquistato da relativamente poco tempo (il giorno del mio mini corso da Mac)

hi-defcian
I motivi sono semplici: in primo luogo, l’ho usata davvero moltissimo (non dico tutti i giorni ma almeno tre volte a settimana) e in diverse condizioni climatiche (per quello basterebbero due giorni, visto che qua ogni giorno è una sorpresa…sarà estate o autunno?); aggiungiamoci poi che le caratteristiche che cerco in una matita occhi mi sono ben chiare e abbastanza oggettive, o le hai o non le hai.

Qualche info preliminare: la hi-def cian è uscita con la color of the eye in tutti i punti vendita Mac, ma si trova tutto l’anno nei pro store, al prezzo di 17€. E sì, per me li vale tutti.

hidefcian1

Partiamo dal motivo che mi ha spinto all’acquisto: il colore. Si tratta di un intensissimo color ciano nudo e puro, una specie di color cielo nei pomeriggi di primavera, quando ancora ci sono le nuvole che serpeggiano sopra di noi e i colori sono vividi e pieni di vita(le spiegazioni dei colori…queste sconosciute!). Per me è un colore meraviglioso, che trovo si sposi benissimo con l’iride scura dei miei occhi.

Non metto in dubbio, però, che si tratta di un colore che deve piacere; sicuramente per chi non è avvezzo ad utilizzare prodotti dai colori particolarmente squillanti il salto da ciano a color puffo è molto breve. Secondo me però si tratta di una colorazione molto portabile e in grado di vitalizzare magari un semplice trucco sui toni del taupe (in genere lo preferisco su colori freddi) perchè riesce a dare luce all’occhio, dando quella spinta in più ai marroncini su cui inevitabilmente si cade quando la mattina abbiamo fretta e paura di sbagliare.

Mi piace moltissimo nella rima interna dell’occhio ed è anche il modo in cui la sfrutto maggiormente; a mio avviso (o almeno, addosso a me) risveglia e apre lo sguardo, e ha soppiantato la banalissima matita color burro, che mi aveva un pò stancato. Questo è l’utilizzo principale che ha avuto da quando l’ho acquistata.

Una cosa su tutte mi ha colpito di questo prodotto: la sua durata nella mia lacrimosissima rima interna, detta anche l’inferno delle matite perchè non riesco mai ad avere un tratto pieno – alla prima passata è proprio un miraggio, con alcune nemmeno facendo avanti e indietro una miriade di volte – e se, per puro miracolo, riesco a colorarla in qualche modo, il colore rimane per un tempo infinitesimale (a volte un’oretta, spesso e volentieri dai 10 ai 20 minuti).

Il mio occhio in procinto di essere struccato, dopo 13 ore di onorato servizio

Il mio occhio in procinto di essere struccato, dopo 13 ore di onorato servizio

La mina morbidissima di questa matita permette un tratto perfetto al primo colpo, e quando la indosso – senza fissare con alcuna polvere – sono sicura che riesco ad arrivare a 9/10 ore con ancora del colore. Naturalmente non si tratta più del tratto deciso e corposo della mattina, ma per me sapere che a fine giornata dovrò struccarmi la rima interna mi riempie di gioia.  Con il caldo torrido, la durata si riduce di diverse ore, diciamo che a fine giornata è rimasta un fievole barlume di azzurro; il colore pieno rimane lì comunque per 3/4 ore, che per me già normalmente sono molto al di sopra delle normali aspettative.

versione low profile

versione low profile

versione high profile (e tutt'intorno è viola)

versione high profile (e tutt’intorno è viola)

Un altro modo in cui ho sperimentato questo prodotto è come base sulla palpebra mobile, per rendere più vividi gli ombretti (come l’azzurro della palette lagoon di sleek). La sfumabilità è davvero buona, rimane uniforme senza lasciare macchie. Sulla durata non mi esprime troppo, come sapete non ho problemi di cedimento degli ombretti, e sotto ho sempre messo comunque un primer, almeno per riuscire a finirlo visto che ultimamente non lo metto quasi mai e ho paura che scada.

cianeyes

Da notare: sopracciglia che non resistono alla gravità.

cianeyes2

Alla luce indiretta

Le chromagrafic pencil, sono considerate matite multiuso, anche se non tutte possono essere usate sia sugli occhi che sulle labbra. In questo caso hi-def cian è inserita tra le lipsafe, anche se il sito Mac sconsiglia l’uso nella waterline (ehm, anche se io la uso praticamente solo così e non ho mai riscontrato alcun tipo di problema, pur avendo gli occhi mediamente sensibili).

bluface

Labbra blu, sei totalmente impazzita? Sì, lo so che lo state pensando tutte (io che sono sono andata vicinissima a comprarmi un rossetto turchese per davvero…).

Ma a prescindere dal vostro amore per le labbra cianotiche, un pò di matita blu ben sfumata può aiutarvi a creare un rossetto praticamente nuovo con quelli che avete. Qui sotto due esempi: la prima prova l’ho fatta con un rossetto fucsia freddo (di Peggy Sage, per dovere di cronaca), ne è uscito un viola che mi fa impazzire. Nel secondo caso ho voluto provare a mettere pochissima matita sfumata sotto un rossetto aranciato (Kiko); in questo caso mi convince un pò meno, i due sottotoni sbattono un pochino.

cianpink_lips

Il rossetto nella versione original.

Il rossetto dopo l'intervento della matita.

Il rossetto dopo l’intervento della matita.

In ogni caso se vi prende lo schiribizzo di usarla sulle labbra vi avverto subito che il colore andrà a macchiare il rossetto se lo applicate sulle labbra. Il mio consiglio è di tamponare la matita con le dita, meglio ancora se usate un pennellino. In alternativa, se non siete amanti dei pennelli labbra (come la qui presente), potete tranquillamente pulire bene il tubetto dopo l’applicazione – io l’ho fatto sul dorso della mano ma un fazzolettino forse è più indicato.

cianorangelips

a destra: il rossetto in tutta la sua naturale arancionaggine, a sinistra scurito con la matita blu.

L’unica nota negativa, se la possiamo definire tale, è il fatto che tende a consumarsi abbastanza in fretta a causa della mina molto morbida. Nel mio caso non lo trovo un problema così discriminante visto che l’utilizzo più frequente che ne faccio è nella rima interna, dove di matita ce ne finisce ben poca.

In definitiva questa matita mi ha letteralmente conquistato per la qualità e la molteplicità di utilizzo e ha fatto sorgere in me l’interesse per tutta la linea, credo proprio che presto proverò una nuova chromographic, any suggestions? 🙂

Disclaimer: chiedo venia per le foto, ero appena sveglia totalmente struccata e con le sopracciglia selvagge :), ma ho cercato di sfruttare l’unico momento in cui avevo a disposizione la luce diretta del sole (leggi: non ero a casa mia).Come se non bastasse il programma che uso per editarle è sull’ipad, che attualmente mi ha abbandonato.  Siate oggettive e non guardate la mia faccia! 😛

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

12 thoughts on “Chromagraphic Pencil in Hi-def Cian Mac – Review

  1. Alquanto Inutile ha detto:

    è veramente stupenda *_* le labbra blu sono ipnotiche e anche sotto il rossetto fuxia non è male per niente 😀 la prossima volta che ci passo me le devo spulciare queste Chromagraphic *_*

    • Midori ha detto:

      sotto le labbra l’idea mi è venuta perchè in negozio il mua lo stava dicendo a una ragazza interessata a quella fucsia…ee io lì ho iniziato e rimuginare 🙂
      Sotto il fucsia mi piace tanto anche a me *_*

  2. dramanmakeup ha detto:

    Già quando avevi nominato questa matita nel post sulla lezione MAC avevo pensato che non era proprio nel mio genere…però mi piace da morire su di te, è davvero bella e particolare!
    Concordo con Robi qui sopra, sulle labbra è ipnotica.

    • Midori ha detto:

      riguardando la foto mi sembro una mezza specie di alieno O_O, mi faccio paura quasi da sola
      Il colore è molto particolare in effetti, ma per chi come me si sente in difficoltà senza qualcosa di colorato (mi vedo smortina senza una botta di colore…) risolve un sacco situazioni…però ammetto che il colore che secondo me gli avvicina di più è quello de gelato al gusto puffo (che credo sia scomparso dalla circolazione da qualche anno).

  3. Ery ha detto:

    Non sono male le labbra blu. Sul fatto di non metterla nella rima interna, io un paio di giorni fa ho preso una matita kiko chiaramente sconsigliata sul sito per la rima interna proprio per questo scopo. Siamo anarchiche noi! 🙂

  4. eirene06 ha detto:

    Il colore è assolutamente stupendo! Mi ricorda il kajal di Kiko, che uso anche io molto più spesso sulla rima inferiore (dentro per me niente, purtroppo) e quando uso taupe 🙂

    • Midori ha detto:

      Credo che l’accoppiata taupe e azzurro sia bellissima e anche abbastanza tranquilla per il mio genere 🙂
      Io la mia rima inferiore nuda non riesco a vederla, però ho davvero fatto fatica a trovare qualcosa che si vedesse e non mi facesse venire una congiuntivite 🙂

  5. Misato-san ha detto:

    sulle labbra a me piace tantissimo *___*
    è una delle Chromagraphic che bramo da un po’ (tanto, due anni), io ho solo la color carne e mi ci trovo benissimo…

    • Midori ha detto:

      La color carne e la verde sono le prossime nella lista, quando mi trovo così bene con un prodotto per me “difficile” (tutte le matite non colorano, tendono a sbavare, sono truppe dure/morbide blablabla) divento un tantino fissata e inizio a non guardarmi più intorno. Lei è bella bella bella e sulle labbra devo trovare assolutamente un occasione *___*

  6. Piper C ha detto:

    Ti dirò che a me le labbra blu non dispiacciono… sarò pazza? Magari prima o poi un rossetto blu me lo compro xD leggere una review così entusiasta scatena in me una voglia infinita 😉

    • Midori ha detto:

      Anche io son una fan delle labbra blu, mi fanno pensare agli unicorni, non so perchè *___*, pensa che per tipo due mesi sono stata lì lì per comprare Apocalips di Illamasqua, ma poi la saggezza (altrui) mi ha fermata dal colpo di follia (nulla toglie che se capito per Londra non mi tolga lo sfizio…muhauhauah)
      Io sono abbastanza esigente in fatto di matite, e questa l’avevo presa dopo averla provata una volta, principalmente per il colore, non mi aspettavo proprio una resa del genere ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: